Vai al men¨ principale Vai al men¨ secondario Vai ai contenuti Vai a fondo pagina
Liceo Ginnasio Statale V.Monti - Cesena - (FC)
LICEO STATALE
"VINCENZO MONTI"
Piazza G.Sanguinetti, 50 - 47521 - Cesena (FC) - Tel. 0547 21039
PEC: fopc030008@pec.istruzione.it - E-mail: info@liceomonticesena.edu.it
Liceo Ginnasio Statale V.Monti - Cesena - (FC)
LICEO STATALE
"VINCENZO MONTI"
Consiglio di istituto del 23/04/2011
Oggi lunedì 23 aprile dell’anno 2011 alle ore 15.00 nella Sala docenti del Liceo Ginnasio Statale “V. Monti” di Cesena si riunisce il Consiglio di Istituto per discutere il seguente ordine del giorno:
1.     approvazione conto consuntivo e. f. 2010;
2.     bando per servizio ristoro;
3.     variazioni al programma annuale 2011;
4.     riduzione oraria (da 60 a 50 min.);
5.     risposte dalla provincia sui locali scuola;
6.     varie ed eventuali.
Sono presenti i componenti del Consiglio di Istituto indicati nella seguente tabella:
n. prog.
Cognome e nome
Funzione
Presenti
Assenti
1
Spinelli
Stefano
Presidente
X
 
2
Pasini
Luigi
Dirigente Scolastico
X
 
3
Montalti
Silvana
Genitore
 
X
4
Raggini
Pierangelo
Genitore
X
 
5
Vincenzi
Maria Adele
Genitore (Vice Pres.)
X
 
6
Bazzocchi
Lucia
Docente
X
 
7
Biondi
Manuela
Docente
X
 
8
Borghesi
Fulvia
Docente
X
 
9
Cino
Luciana
Docente
X
 
10
Fabbri
Massimiliano
Docente
X
 
11
Fiorani
Gianluca
Docente
X
 
12
Gasperini
Elmina
Docente
X
 
13
Tesei
Alessandra
Docente
 
X
14
Suriani
Sandro
A.T.A.
 
X
15
Zanotti
Mirella
A.T.A.
X
 
16
Castellucci
Sebastiano
Alunno
X
 
17
Censi
Damiano
Alunno
X
 
18
Gozzi
Francesco
Alunno
 
X
19
Harvey
Joy
Alunna
x
 
TOTALI
15
4
E’ stato invitato anche il Direttore dei servizi generali e amministrativi dott. Marco Santini.
1.     Approvazione conto consuntivo e. f. 2010
Il D.S.G.A. Santini riferisce che il collegio dei revisori dei conti è stato costituito con la nomina a nuovo revisore della dott.ssa Fortini. I revisori hanno esaminato il conto consuntivo, di cui viene fornita una sintesi a ciascun membro del Consiglio mentre il testo integrale verrà pubblicato sul sito web del Liceo.
IL CONSIGLIO D'ISTITUTO
VISTO                         il D.P.R. 31/05/74 N. 416;
VISTO                          il regolamento concernente le "istruzioni generali sulla gestione amministrativo-contabile delle istituzioni scolastiche", Decreto 1º febbraio 2001, n. 44;
VISTA                          la C.M. n° 127, del 10/03/98;
VISTO                         il Programma Annuale per l'esercizio 2010;
VISTE                          le proprie deliberazioni concernenti le variazioni alla previsione iniziale di                                   alcuni capitoli, regolarmente approvate;
VISTA                          la documentazione della gestione in esame che risulta regolare;
ACCERTATE                la regolarità contabile e fiscale delle operazioni eseguite;
VISTA                          la relazione illustrativa predisposta dal Dirigente Scolastico in base alle proprie competenze;
VISTA                          l’approvazione al documento in esame da parte del Collegio dei Revisori dei Conti.
VISTE                          le risultanze dell'estratto conto dell'Istituto Cassiere al 31 dicembre u.s.;
VISTE                          le risultanze finanziarie di gestione alla chiusura dell'esercizio:
DELIBERA
All'unanimità, di approvare il Conto Consuntivo per l'esercizio finanziario 2010 secondo le seguenti risultanze:
1) ENTRATE
Aggregato
Programmazione Definitiva (a)
Somme Accertate (b)
Disponibilità (b/a)
Avanzo di Amministrazione
€ 261.728,77
€ 261.728,77
1
Finanziamenti Statali
€ 274.809,71
€ 274.809,71
1
Finanziamenti da Regioni
€ 0,00
€ 0,00
1
Finanziamenti da Enti
€ 18.002,86
€ 18.002,86
1
Contributi da privati
€ 160.948,90
€ 160.948,90
1
Gestioni economiche
 
 
 
Altre entrate
€ 567,02
€ 567,02
1
Mutui
 
 
 
Totale entrate
€ 716.057,26
€ 454.328,49
 
Disavanzo di competenza
 
€ 55.839,91
 
Totale a pareggio
 
€ 510.168,40
 
2) SPESE
Aggregato
Programmazione Definitiva (a)
Somme Impegnate (b)
Utilizzo (b/a)
Attività
€ 412.038,29
€ 375.710,82
0,91
Progetti
€ 154.288,17
€ 134.457,58
0,87
Gestioni economiche
 
 
 
Fondo di Riserva
€ 0,00
€ 0,00
0,00
Disponibilità da programmare
€ 149.730,80
 
 
Totale Spese
€ 716.057,26
€ 510.168,40
0,71
Avanzo di competenza
 
 
 
Totale a Pareggio
 
€ 510.168,40
 
2.     Bando per servizio ristoro
Il DSGA illustra la bozza del bando di gara per l’affidamento del servizio ristoro all’interno del Liceo. Si discute a lungo sui criteri da privilegiare per l’assegnazione del servizio. Alla fine si decide di dare particolare rilievo alla qualità dei prodotti alimentari escludendo la possibilità di distribuire patatine fritte, bibite gassate in lattina, integratori come Gatorade, chewing gum.
Si allega la bozza del bando che verrà emanato:
 
Bando di gara per l’affidamento del servizio di ristoro all’interno del Liceo Ginnasio Statale “Vincenzo Monti” e sedi coordinate/succursali, mediante distributori automatici di cibi e bevande.
Scadenza per la presentazione delle offerte: _________
 
1. DENOMINAZIONE E INDIRIZZO DELL’AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE:
Liceo Ginnasio Statale “Vincenzo Monti”, Piazza Sanguinetti n° 50 – 47521 Cesena (FC).
 
2. OGGETTO E DISCIPLINA DELLA GARA
2.1 - Tipologia del servizio: Servizio di ristoro mediante distributori automatici di cibi e bevande.
 
2.2 - Condizioni relative al servizio.
La prestazione del servizio non è riservata ad una particolare professione.
 
2.3 - Descrizione/Oggetto
Procedura aperta per l’affidamento del servizio di installazione e gestione di distributori automatici di bevande calde, fredde, snack ecc. nelle sedi del Liceo Ginnasio Statale “V. Monti”. Il servizio si rivolge agli studenti, al personale scolastico e a quanti sono interessati all’attività delle varie sedi didattiche e di servizio.
 
2.4 - Luogo di esecuzione:
Sede Centrale – Piazza Sanguinetti n° 50 – Cesena;
Sede Succursale (II° piano) – Via Boscone n° 200 – Cesena o altre eventuali sedi assegnate dalla Provincia di Forlì - Cesena.
 
2.5 - Disciplina
L’appalto ed i rapporti derivanti dall’aggiudicazione dello stesso sono regolati da:
-dal D.Lgs. 163/2006;
-Regolamento di contabilità delle Istituzioni Scolastiche emanato con D.P.R. n° 44/2001.
-normativa di settore;
-norme contenute nel bando di gara;
-Codice Civile per quanto non espressamente previsto nelle predette fonti.
 
3. OPZIONI
Il Liceo Ginnasio Statale “V. Monti” potrà avvalersi della facoltà di procedere al rinnovo o alla proroga del contratto, qualora ne ricorrano i presupposti di legge e secondo le modalità e condizioni previsti dalla legge stessa, previo interpello dell’Impresa.
 
4. DURATA DEL SERVIZIO:
Il contratto avrà la seguente decorrenza e termine: dal 01/09/2011 al 31/08/2014 (RINNOVABILE PER ULTERIORI ANNI TRE).
 
5. MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA E DELL'OFFERTA
Le imprese interessate a partecipare alla gara dovranno far pervenire, con qualsiasi mezzo non telematico, un plico chiuso e sigillato contenente la richiesta di partecipazione, la documentazione e l'offerta, con le modalità di seguito descritte:
 
5.1 - Recapito: il plico deve essere inviato al seguente indirizzo:
Liceo Ginnasio Statale “Vincenzo Monti”, Piazzale Sanguinetti n° 50 – 47521 Cesena (FC) - Italia.
Le imprese che intendano procedere alla consegna a mano (anche tramite corriere) devono recapitare i plichi al suddetto indirizzo, nei seguenti giorni ed orari di apertura al pubblico: dal lunedì al sabato dalle h. 11.00 alle h. 13.00.
5.2 - Termine di consegna. Il plico deve pervenire entro e non oltre il termine perentorio delle ore
13.00 del giorno _______.06.2011 a pena di esclusione.
 
6 - PERSONE AUTORIZZATE A PRESENZIARE ALL'APERTURA DELLE OFFERTE: Sono ammessi tutti ilegali Rappresentanti delle imprese partecipanti, oppure soggetti muniti di delega formale del Legale Rappresentante, nonché di proprio documento di riconoscimento in corso di validità e di copia di documento di riconoscimento in corso di validità del delegante.
 
7 - DATA, ORA E LUOGO DI TALE APERTURA: la gara avrà luogo il giorno ________ alle ore 09.00 presso la Presidenza del Liceo Ginnasio Statale “Vincenzo Monti”, Piazza Sanguinetti n° 50 – 47521 Cesena (FC).
 
8 – IMPORTO CONTRIBUTO: Il contributo minimo a base d’asta è fissato in € 10.000,00 (diecimila/00).
 
9 – MODALITA’ DI PAGAMENTO DEL CONTRIBUTO:
Il contributo, così come risulterà dall’offerta, dovrà essere corrisposto al Liceo Ginnasio Statale “Vincenzo Monti” in due rate di pari importo alle seguenti scadenze:
giorno 01 ottobre di ogni anno 50%;
giorno 01 marzo di ogni anno    50%
 
10 - RAGGRUPPAMENTI DI IMPRESE: non sono ammessi a presentare offerte imprese appositamente e temporaneamente raggruppate
 
11 - MODALITA' DI PARTECIPAZIONE E REQUISITI TECNICI, ECONOMICI E FINANZIARI: Il plico (busta esterna) dovrà contenere, a pena di esclusione, altre due buste contraddistinte dalle lettere A e B.
A) Una busta recante, a pena di esclusione, la dicitura “DOCUMENTAZIONE”
debitamente sigillata e controfirmata sui lembi di chiusura, contenente:
l’istanza di partecipazione alla presente gara, redatta, a pena di esclusione, da tutte le imprese contenente la dichiarazione ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. 28/12/2000 n.445.
Tale istanza, sottoscritta dal legale rappresentante dell’impresa (l’impresa può, a discrezione, usare il modello già predisposto dall’Istituto allegato alla presente), deve, a pena di esclusione:
avere allegata una fotocopia di un documento di riconoscimento del firmatario in corso di validità ai sensi dell’art. 38 del D.P.R. 28/12/2000 n.445;
contenere le seguenti dichiarazioni, attestanti:
 
la situazione soggettiva del prestatore di servizi con riferimento a:
a.    l’iscrizione nel Registro delle Imprese presso la competente CCIAA per l’attività di: installazione di apparecchi automatici per la somministrazione di bevande indicando il numero di codice attività e l’elenco dei legali rappresentanti con relativa qualifica (riportare: cognome, nome, data di nascita, luogo di nascita, residenza);
b.    l’inesistenza delle cause di esclusione di cui all’art. 38 lettere a, b), c), d), e), f), g), h), i), 1), m) del D.Lgs. 163/2006, espressamente riferite all’impresa e a tutti i legali rappresentanti;
c.    l’essere in regola con tutte le disposizioni previste dalla normativa di settore;
d.    l’essere a conoscenza di quanto disposto: dal D.Lgs 81/2008 (attuazione delle Direttive CEE riguardanti il miglioramento della sicurezza e della salute dei lavoratori sul luogo di lavoro); dal D.P.R. 547/55 in materia di protezione antinfortunistica; dal D.P.R. N. 303/56 ( norme generali igiene del lavoro) ed essere in regola con le norme ivi richiamate, comprese quelle relative alla nomina del medico competente;
e.    l’installazione di apparecchiature rispondenti ai requisiti previsti dall’art. 32 D.P.R. 327/80 e conformi al D.Lgs 81/2008;
f.     l’obbligo, nei confronti di tutto il personale che utilizza, all’osservanza delle leggi sul lavoro, sulla previdenza sociale nonché alle vigenti disposizioni in materia di sicurezza e prevenzione dei rischi nei confronti dei propri dipendenti.
g.    la disponibilità, in caso di aggiudicazione, a dare inizio all’esecuzione del servizio anche in pendenza della stipulazione del contratto;
h.    l’impegno a collaborare con il Responsabile dell’esecuzione del contratto al fine di agevolare l’esecuzione dei servizi sulla base del programma contrattuale;
i.      l’impegno a collaborare con il RSPP interno per la stesura e predisposizione del DUVRI (D.Lgs 81/2008)
j.      il possesso o l’impegno a costituire, una polizza assicurativa di responsabilità civile e l’impegno a fornire all’Istituto prova di possedere detta polizza;
 
B) una busta recante, a pena di esclusione, la dicitura “OFFERTA ECONOMICA”debitamente sigillata e controfirmata sui lembi di chiusura, contenente a sua volta a pena di esclusione l’offerta economica, redatta sul modulo predisposto dall’amministrazione, (vedi allegato).
In tale busta non dovranno essere inseriti altri documenti.
Il modulo dell’offerta economica, a pena di esclusione, non deve essere modificato e deve essere completato, come di seguito indicato:
- corrispettivo annuo offerto a favore dell’Istituto;
Tutti i prezzi devono essere espressi in cifre e in lettere.
Con riguardo al corrispettivo annuo, non saranno ammesse offerte al ribasso rispetto all’importo stimato posto a base, così come specificato al punto 8 del presente bando.
Non saranno inoltre ammesse offerte incomplete, parziali o plurime, condizionate o espresse in modo indeterminato.
Il Liceo Ginnasio Statale “Vincenzo Monti”, non corrisponderà compenso e/o rimborso alcuno ai concorrenti, per qualsiasi titolo o ragione, per le offerte presentate.
 
12. INFORMAZIONI COMPLEMENTARI
Il Liceo Ginnasio Statale “Vincenzo Monti”, in merito alle dichiarazioni presentate in sede di gara, potrà effettuare, in capo al soggetto aggiudicatario, le seguenti verifiche:
a) verifiche di cui all’art. 71, comma 2 del D.P.R. 445/00 in ordine alle dichiarazioni ex art. 46 del D.P.R. 445/00;
b) verifiche consentite dalla legge riguardo alle dichiarazioni ex art.47 del D.P.R. 445/00:
- in ordine alla veridicità delle dichiarazioni dei concorrenti non aggiudicatari, la stazione appaltante può procedere a verifiche a campione ai sensi dell’art. 71 comma 1 del D.P.R. 445/00;
- le dichiarazioni sostitutive rese dai concorrenti hanno valore di piena assunzione di responsabilità da parte dei dichiaranti e pertanto sono sottoposte al disposto di cui all’art. 76 del D.P.R. 445/00;
- la falsa dichiarazione costituisce causa di esclusione alla partecipazione a successive gare per ogni tipo di appalto;
11. MODALITÀ DI SVOLGIMENTO E DI AGGIUDICAZIONE DELLA GARA
La presente gara verrà aggiudicata a favore dell’offerta economicamente più vantaggiosa, ai sensi dell’art. 83 del D.Lgs. 163/2006;
Saranno applicati i seguenti criteri di valutazione:
a) Caratteristiche del servizio (offerta tecnica)
Massimo Punti 80
b) Offerta economica
Massimo Punti 20
TOTALE
Punti 100
 
Il punteggio relativo a ciascuna offerta sarà determinato dalla somma dei punteggi ottenuti per i parametri a), b). Risulterà aggiudicatario il concorrente che avrà ottenuto il punteggio più alto.
La valutazione dell’offerta tecnica avverrà come di seguito indicato.
L’attribuzione del punteggio di cui al criterio a) sarà effettuata mediante l’utilizzazione dei seguenti
sottocriteri di valutazione:
a.1) L’Impresa dovrà illustrare le modalità operative dell’espletamento del servizio, indicando:
- il numero dei distributori che intenderà installare presso le sedi del Liceo;
- la tipologia dei distributori che intenderà installare presso le sedi del Liceo,
- l’anno di fabbricazione dei distributori;
- i mezzi di pagamento che intende utilizzare: macchine con rendi resto, chiavette pre-caricabili, ecc.;
- lo sconto sui prezzi dei singoli prodotti praticato nei confronti di chi utilizza le chiavette pre-caricabili;
- costo della cauzione per avere la chiavetta;
Massimo punti 30
 
a.2) L’Impresa dovrà illustrare i prodotti che intende presentare nella propria offerta, con particolare riferimento alle caratteristiche merceologiche e commerciali degli stessi, indicando se intende presentare prodotti biologici e di provenienza equosolidale nonché quant’altro ritenga utile per la valutazione e la completezza della propria offerta; inoltre si richiede espressamente di allegare il listino prezzi dei prodotti offerti, precisando che in relazione a tre prodotti di riferimento (caffè espresso, acqua naturale/frizzante in Pet da 50 cl, schiacciatine 37,5 gr. circa) il prezzo non potrà essere superiore a quello indicato nel listino allegato al presente bando. NON POTRANNO ESSERE DISTRIBUITI (e quindi offerti) I SEGUENTI PRODOTTI (così come deliberato dal Consiglio di Istituto nella seduta del 23/05/2011): bibite analcoliche e alcoliche gassate in barattolo da 0,25 cl. e da 0,33 cl. o qualsiasi altro formato, patatine fritte, chewing gum e bibite con integratori di sali minerali.
Massimo punti 35
a.3) L’impresa dovrà indicare le certificazioni ottenute
Massimo punti 5
a.4) L’Impresa dovrà indicare i tempi di intervento (esclusivamente in ore) massimi per riparazioni o sostituzioni dei distributori in caso di guasti;
Massimo punti 5
a.5) L’Impresa dovrà indicare i tempi di intervento massimi (esclusivamente in ore) per il riassortimento dei prodotti esauriti;
Massimo punti 5
TOTALE
PUNTI 80
 
Il calcolo dei punteggi di cui ai criteri a.1), a.2) avverrà attribuendo a ciascun criterio un giudizio cui corrisponde un coefficiente compreso tra 0 e 1, e cioè:
§eccellente                  1,0
§molto buono 0,8
§buono                       0,6
§discreto                     0,4
§sufficiente                 0,2
§insufficiente               0,0
 
Il calcolo dei punteggio di cui ai criterio a.3) avverrà attribuendo un coefficiente compreso tra 0 e 1:
§certificazioni plurime e pertinenti all’oggetto del servizio                     1,0
§certificazioni tipo standard                                                                0,5
§assenza di certificazioni                                                                    0,0
Il giudizio della commissione sarà formulato in base all’esame dell’offerta tecnica presentata.
 
L’attribuzione dei punteggi di cui al sottocriterio a.4) e a.5) sarà effettuata mediante l’utilizzo della seguente formula matematica:
                                                     tempo di intervento(in ore) offerto n x (moltiplicato) 5
      punteggio offerta n =   _______________________________________________
                                                                 (diviso) tempo di intervento minore offerto.
 
Valutazione dell’offerta economica.
L’attribuzione del punteggio di cui al criterio b) sarà effettuata mediante l’utilizzazione dei seguenti sottocriteri di valutazione:
 
b) L’Impresa dovrà indicare il corrispettivo annuo a favore del Liceo Ginnasio Statale “Vincenzo Monti”,
Massimo punti 20
TOTALE
PUNTI 20
 
L’attribuzione del punteggio di cui al sottocriterio b) sarà effettuata mediante l’utilizzo della seguente formula matematica:
                                                                 prezzo offerta n x (moltiplicato) 20
      punteggio offerta n =   _______________________________________________
                                                                 (diviso) prezzo offerta più alta.
 
Per offerta n si intende l’offerta in esame.
Nella determinazione dei punteggi, derivante dal calcolo di cui sopra, si terrà conto solo delle prime due cifre decimali.
Il punteggio complessivo relativo a ciascuna offerta, per ciascun lotto, sarà così determinato:
dalla somma dei punteggi ottenuti per entrambi i criteri e sottocriteri a) e b);
Risulterà aggiudicatario il concorrente che avrà ottenuto il punteggio più alto.
Il Liceo Ginnasio Statale “Vincenzo Monti”, si riserva il diritto:
- di non procedere all’aggiudicazione nel caso in cui nessuna delle offerte presentate venga ritenuta idonea o congrua;
- di procedere all’aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta, purché la stessa risulti valida, ai sensi dell’art. 69 R. D. n. 827/1924, e congrua a sua discrezione;
- di sospendere, reindire o non aggiudicare la gara, qualora sussistano o intervengano gravi motivi di interesse pubblico. Nulla sarà dovuto ai concorrenti al verificarsi di tali evenienze.
 
IL DIRIGENTE SCOLASTICO
Note:
attualmente sono in funzione i seguenti distributori automatici:
n° __ distributori di bevande fresche;
n° __ distributori di bevande calde;
n° __ distributori di cibi solidi;
n° __ macchine cambia soldi.
 
Gli studenti frequentanti saranno ca. 1050
Gli operatori in servizio (docenti e ata) sono 130;
Per sopralluoghi richiedere appuntamento al n° 0547/21039.
 
CAPITOLATO SPECIALE D’ONERI
SEZIONE 1
NORME GENERALI COMUNI A TUTTI I LOTTI
PREMESSA
Il presente capitolato definisce i requisiti del servizio di installazione e gestione di distributori automatici di bevande calde, fredde, snack ecc. nelle sedi didattiche e di servizio del Liceo Ginnasio Statale “Vincenzo Monti”.
 
Il servizio si rivolge agli studenti, al personale docente ed ATA e a quanti sono interessati dall'attività svolta nelle sedi suddette.
Tutti i punti del presente capitolato saranno recepiti integralmente nel contratto che sarà stipulato con il gestore dopo l’aggiudicazione della gara.
PARTE I- DISPOSIZIONI GENERALI
ART. I/1 - NORMATIVA DI RIFERIMENTO
L’appalto ed i rapporti derivanti dall’aggiudicazione dello stesso sono regolati da:
-D.Lgs. 163/2006;
-Regi Decreti 2440/23 e 827/24;
-Regolamento di contabilità delle Istituzioni Scolastiche;
-normativa di settore;
-norme contenute nel bando di gara, nonché in tutta la documentazione di gara;
-Codice Civile per quanto non espressamente previsto nelle predette fonti.
ART. I/2 – OGGETTO DEL SERVIZIO
L'appalto ha per oggetto l’affidamento dei seguenti servizi alle condizioni e secondo le modalità indicate nel presente capitolato:
affidamento del servizio di gestione dei distributori automatici di bevande calde, fredde, snack ecc.
da collocarsi nei locali delle sedi didattiche e di servizio del Liceo Ginnasio Statale “Vincenzo Monti”.
Il servizio comprende l’installazione, la manutenzione e il rifornimento dei distributori automatici che verranno installati.
ART. I/3IMPORTO A BASE DI GARA (corrispondente al corrispettivo annuo a favore del Liceo):
€ 10.000,00 (diecimila/00).
 
ART. I/4 - DURATA DEL SERVIZIO E FACOLTA' DI RINNOVO
Il contratto avrà decorrenza e termine, dal 01.09.2011 al 31.08.2014.
Il Liceo Ginnasio Statale “Vincenzo Monti” si riserva la facoltà di procedere al rinnovo dei contratti, qualora ne ricorrano i presupposti di legge e secondo le modalità e condizioni previsti dalla legge stessa, previo interpello del gestore.
ART. I/5 - PROROGA
Il Liceo Ginnasio Statale “Vincenzo Monti”, si riserva la facoltà di disporre la proroga del servizio oggetto del presente capitolato, alle medesime condizioni contrattuali e nel rispetto della disciplina vigente (per un massimo di ulteriori anni tre).
ART. I/6 - INIZIO DEL SERVIZIO IN PENDENZA DELLA STIPULAZIONE DEL CONTRATTO
In pendenza della stipulazione del contratto, Il Liceo Ginnasio Statale “Vincenzo Monti”, ha la facoltà di ordinare l'inizio del servizio in tutto o anche in parte al gestore, che deve dare immediato corso allo stesso, attenendosi alle indicazioni fornite dal Responsabile della corretta esecuzione del contratto.
In caso di mancata stipulazione del contratto il gestore ha il dovere di pagare al Liceo Ginnasio Statale “Vincenzo Monti”, solo una quota del corrispettivo proporzionale alla durata della effettiva gestione, valutata secondo le modalità di cui al presente capitolato speciale d'oneri.
ART. I/7 – CORRISPETTIVO A FAVORE DEL LICEO
Il gestore dovrà corrispondere al Liceo un corrispettivo annuo offerto in sede di gara, così come risulterà dall’offerta, dovrà essere corrisposto al Liceo “Vincenzo Monti” in due rate di pari importo alle seguenti scadenze:
§giorno 01 ottobre di ogni anno                    50%;
§giorno 01 marzo di ogni anno                      50%
Il gestore si obbliga a pagare per intero il corrispettivo stabilito senza mai poterlo scomputare o diminuire, qualunque contestazione o richiesta intenda promuovere nei confronti del Liceo Ginnasio Statale “Vincenzo Monti”.
In caso di variazioni in aumento/diminuzione del servizio il suddetto corrispettivo annuo subirà variazioni percentuali in aumento/diminuzione; qualora la variazione in aumento/diminuzione del servizio non superi il 10% il corrispettivo annuo a favore dell’Istituto non subirà alcuna variazione.
 
PARTE II - DISPOSIZIONI RIGUARDANTI LE CARATTERISTICHE GENERALI DEL
SERVIZIO DI GESTIONE
ART. II/1 – ORARI DI EROGAZIONE DEL SERVIZIO
l’erogazione del servizio avverrà esclusivamente nei giorni e durante gli orari di apertura dei locali delle sedi didattiche e di servizio dove sono installati i distributori automatici.
 
ART. II/2 - INTERRUZIONE DEL SERVIZIO
Previo congruo preavviso di tre mesi comunicato per iscritto al gestore, il cui termine può essere abbreviato in caso di indifferibile urgenza, l’Istituzione si riserva di sospendere il servizio nel caso in cui venga accertata la necessità di procedere a interventi edilizi o impiantistici nello stabile o nei locali. In tale evenienza il canone dovuto dal gestore sarà ridotto in proporzione al periodo di interruzione.
Le interruzioni totali del servizio per causa di forza maggiore non danno luogo a responsabilità alcuna per entrambe le parti.
 
PARTE III - ONERI E OBBLIGHI A CARICO DEL GESTORE
ART.III/1 - ONERI DEL GESTORE
1. Il gestore deve mettere a disposizione proprio personale da destinare al servizio e deve ottemperare a quanto specificamente indicato al successivo art. IV/1.
2. Nei cinque giorni precedenti l'inizio del servizio appaltato, il gestore dovrà comunicare il nominativo del personale che sarà adibito al servizio (compresi i soci lavoratori se trattasi di società cooperativa), con l'indicazione degli estremi del documento di riconoscimento (tipo di documento, autorità, numero e data di rilascio), i numeri di posizione INPS e INAIL, nonché il nominativo del Responsabile del Servizio di prevenzione e protezione ai sensi del D.Lgs. 81/08 e del medico competente.
Tale comunicazione, con la relativa documentazione, dovrà essere aggiornata in caso di sostituzione di personale, anche per sostituzione temporanea di altro personale per servizio militare, malattia, infortunio, ferie e maternità, entro il giorno 5 del mese successivo a quello in cui le variazioni si sono verificate.
L'allontanamento dal servizio di detto personale per trasferimento o per cessazione dal lavoro dovrà essere comunicato all’Istituto entro 5 giorni.
1. Il gestore deve dotare il personale di indumenti e mezzi di protezione atti a garantire la massima sicurezza in relazione ai lavori svolti e dovrà adottare tutti i procedimenti e le cautele atte a garantire l'incolumità sia delle persone addette che dei terzi.
2. Il gestore deve consegnare a tutto il personale impiegato nell’esecuzione del servizio tesserini di riconoscimento contenenti l’indicazione delle generalità dell’impresa di appartenenza, nonché il nominativo e la foto del dipendente.
ART.III/2 - OBBLIGHI DEL GESTORE
1. Entro 30 giorni dalla data di inizio del servizio il gestore deve presentare all’Istituto Il proprio piano di sicurezza ai fini delle verifiche dei dati e degli adempimenti previsti dal D.Lgs 81/2008 (stesura e predisposizione del DUVRI).
Il gestore dovrà provvedere all'individuazione di idonee misure di prevenzione e protezione ed all'opportuna istruzione ed addestramento del personale tutto adibito al servizio.
2. Il gestore si obbliga a provvedere, a cura e carico proprio e sotto la propria responsabilità, a tutte le spese occorrenti, secondo i più moderni accorgimenti della tecnica, per garantire, in ossequio al D.Lgs 81/2008, la completa sicurezza durante l'esecuzione del servizio e l'incolumità delle persone addette ai servizi stessi e per evitare incidenti e/o danni di qualsiasi natura, a persone o cose, assumendo a proprio carico tutte le opere provvisionali ed esonerando di conseguenza l’Istituto da ogni e qualsiasi responsabilità.
ART. III/3 - RESPONSABILITA' PER DANNI
Il gestore, per fatto proprio o di un suo dipendente, é espressamente obbligato per ogni danno, sia diretto che indiretto, che possa derivare a chiunque in dipendenza o connessione della gestione del servizio oggetto del presente capitolato.
A tale scopo il gestore dovrà stipulare, con oneri a suo carico, una polizza assicurativa per la copertura di responsabilità civile verso terzi per danni a persone e cose per un massimale unico minimo di: € 1.000.000,00 per sinistro e per persona.
 
PARTE IV – PERSONALE
ART. IV/1 – PERSONALE - RISPETTO DELLE NORMATIVE VIGENTI
a) Il gestore deve osservare nei riguardi dei propri dipendenti, nell'esecuzione del servizio oggetto dell'appalto, tutte le leggi, i regolamenti e le disposizioni normative in materia di rapporto di lavoro, di previdenza ed assistenza sociale.
b) Deve, altresì, applicare nei confronti dei propri dipendenti, nell'esecuzione del servizio oggetto dell'appalto, un trattamento economico e normativo non inferiore a quello risultante dal Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro per i lavoratori del settore, sottoscritto dalle Organizzazioni Imprenditoriali e dei Lavoratori comparativamente più rappresentative, anche se non sia aderente alle Organizzazioni che lo hanno sottoscritto, o abbia da esse receduto, e indipendentemente dalla sua forma giuridica, dalla sua natura, dalla sua struttura e dimensione e da ogni altra sua qualificazione giuridica, economica e sindacale, nonché un trattamento economico complessivamente non inferiore a quello risultante dagli accordi integrativi locali in quanto applicabili.
E' tenuto altresì a continuare ad applicare i suindicati contratti collettivi anche dopo la scadenza, fino alla loro sostituzione.
c) Il gestore deve osservare le disposizioni in materia di igiene del lavoro e di prevenzione degli infortuni sul lavoro (D.P.R. 547/55, D.P.R. 303/56, D.Lgs 81/2008 e le direttive 89/392/CEE e 91/368/CEE), nonché le disposizioni in materia di assicurazioni contro gli infortuni sul lavoro.
 
PARTE V - DISCIPLINA AMMINISTRATIVA
ART. V/1 - PENALI
Premesso che l'applicazione delle penali non esclude il diritto dell'Istituto a pretendere il risarcimento di eventuali ulteriori danni per le violazioni e le inadempienze che si risolvono in una non corretta gestione del servizio, l'Istituto, nel caso emergano disservizi imputabili a responsabilità del gestore, si riserva di applicare le seguenti penali:
·         In caso di ritardo nell'avvio del servizio rispetto al termine contrattualmente stabilito, l'Istituto si riserva di applicare una penale giornaliera di Euro 250,00. Il ritardo ammesso è di giorni 20. Ove il predetto ritardo superi i 20 giorni, è facoltà dell'Istituto di procedere alla risoluzione del contratto ai sensi dell'art. 1456 C.C.;
·         mancato rispetto degli altri adempimenti previsti dal presente capitolato: l’Istituto potrà applicare una penale, commisurata alla gravità dell'inadempienza e quantificata, a sua discrezione, da un minimo di Euro 100,00 ad un massimo Euro 200,00 - per ogni disservizio riscontrato;
·         qualora, in caso di controlli, i prodotti dei distributori risultino di minor qualità o comunque non conformi rispetto a quanto indicato nell’offerta o previsto per legge o scaduti, l’Istituto applicherà una penale pari a € 100,00 per ogni prodotto, salvo il risarcimento del maggior danno.
Il Liceo si riserva, comunque, in caso di constatata applicazione di 3 penali, indipendentemente da qualsiasi contestazione, di procedere alla risoluzione del contratto, ai sensi dell'art. 1456 C.C., con semplice provvedimento amministrativo, con conseguente esecuzione del servizio in danno del gestore inadempiente ed incameramento della cauzione a titolo di penalità ed indennizzo, salvo il risarcimento per maggiori danni.
 
Art. V/2 - ESCLUSIVA
Verrà assicurata al gestore una esclusiva del servizio; pertanto, per tutta la durata del rapporto, l’Istituto si impegna a non consentire la realizzazione di servizi di ristoro e/o similari ad altri gestori ad eccezione di servizi relativi a prodotti non disponibili nei distributori del gestore e ai servizi rientranti nel progetto provinciale denominato “Frutta Snack”.
ART. V/3 -INADEMPIMENTI CONTRATTUALI E RISOLUZIONE DEL CONTRATTO
L’amministrazione scolastica, in caso di gravi e reiterati disservizi imputabili all’impresa, si riserva di risolvere il contratto, previa diffida ad adempiere correttamente nel termine di 5 giorni dal ricevimento della messa in mora, ai sensi dell’art. 1456 C.C., fatta salva la possibilità di risarcimento per maggiori danni.
 
ART. V/4 – RECESSO
Il gestore è tenuto all'accettazione in qualsiasi momento del recesso unilaterale dal contratto, salvo l'obbligo del preavviso di almeno tre mesi, qualora l'Istituto stesso intenda provvedere diversamente in merito all'esecuzione, totale o parziale, del servizio assegnato.
Il gestore può richiedere il recesso del contratto in caso di impossibilità ad eseguire la prestazione per causa non imputabile allo stesso secondo le disposizioni del codice civile (artt. 1218,1256 e 1463).
 
ART. V/5 - CESSIONE
Il presente accordo potrà essere trasferito insieme alla proprietà dei distributori automatici, ai sensi dell’Art. 1407 del Codice Civile.
 
Art. V/6 - SPESE
Tutte le spese e gli oneri fiscali inerenti al contratto saranno a carico dell'aggiudicatario.
 
ART. V/7 - FORO COMPETENTE
Per tutte le controversie comunque attinenti all'interpretazione o all'esecuzione del contratto, è stabilita la competenza esclusiva del Foro di Forlì-Cesena.
 
ART. V/8 - TRATTAMENTO DATI PERSONALI
Il gestore è responsabile del trattamento dei dati personali del Liceo dei quali venga eventualmente a conoscenza nel corso dell'esecuzione del presente contratto. Tali dati quindi potranno essere utilizzati esclusivamente per le finalità strettamente connesse all'esecuzione del presente contratto.
SEZIONE 2
NORME SPECIFICHE
PARTE I - LOCALI, ARREDI, IMPIANTI E ATTREZZATURE
ART. I/1 – LOCALI, UTENZE E ALLESTIMENTI
L'Istituto mette a disposizione del gestore i locali in cui il gestore dovrà installare i distributori.
L’Istituto garantisce l’erogazione dell’energia elettrica e dell’acqua (per riempire le taniche) necessarie per il funzionamento dei distributori.
Il gestore non può rivendicare, in nessun caso danni derivanti dal mancato funzionamento dovuto a sospensioni dell’erogazione di energia elettrica o di acqua.
L’Istituto inoltre è sollevato da ogni responsabilità e richiesta di risarcimento danni in caso di atti vandalici o scasso arrecati ai distributori. Il gestore potrà rivalersi sui diretti responsabili se individuati.
ART. I/2 - RICONSEGNA
Alla scadenza del contratto il gestore si impegna a riconsegnare all'Istituto i locali rimuovendo le proprie apparecchiature senza dover tuttavia provvedere a ripristinarli nello stato in cui si trovavano antecedentemente alla stipula del contratto.
ART. I/3 MANUTENZIONI ORDINARIE E STRAORDINARIE
Il gestore deve garantire il regolare funzionamento dei distributori automatici tramite idonea manutenzione ed interventi di assistenza tecnica tempestivi.
E’ a carico del gestore provvedere alla manutenzione ordinaria e straordinaria dei soli distributori.
Il rifornimento dei distributori automatici e l’assistenza tecnica necessaria al loro funzionamento devono essere svolti dal gestore nel pieno rispetto delle disposizioni contenute negli artt. 33,34 e 37 del D.P.R. 327 del 26.03.1980.
ART. I/4 DISTRIBUTORI
I distributori dovranno essere conformi per caratteristiche tecniche ed igieniche alle normative vigenti in materia. Tali distributori dovranno:
riportare una targhetta con il nominativo del Responsabile del servizio;
il nominativo e la ragione sociale del gestore ed il recapito telefonico;
essere dotati di chiare indicazioni sulle tipologie di prodotti offerti e sul relativo prezzo;
mettere in evidenza l’eventuale presenza di prodotti provenienti dal commercio equo solidale e/o da agricoltura biologica.
L’Istituto è sollevato da ogni responsabilità per eventuali danni causati a persone o cose per prodotti difettosi o igienicamente inadeguati e per cattivo funzionamento, incendio, esplosione delle macchine distributrici.
Il luogo di installazione dei distributori all’interno dei locali dell’Istituto sarà concordato con il Dirigente Scolastico, che si riserva comunque la facoltà di poter richiedere lo spostamento/ rimozione, senza addebito di alcun onere, per ragioni legate a proprie necessità.
PARTE II - MODALITA’ DI EROGAZIONE DEL SERVIZIO
ART. II/1 - DETERMINAZIONE DEI PREZZI
I prezzi relativi ai generi erogati dai distributori non potranno essere modificati per un periodo di almeno dodici mesi dall’inizio della gestione del servizio. Successivamente essi, con cadenza annuale, potranno essere soggetti ad aggiornamenti sulla base degli aumenti degli indici ISTAT dei prezzi dei beni di consumo per le famiglie di impiegati e operai. Il gestore, in sede di comunicazione dell’aggiornamento dei prezzi, dovrà produrre al Dirigente Scolastico una relazione atta a indicare le motivazioni e i documenti giustificativi che inducono lo stesso ad aumentare i prezzi ed un riepilogo che riporti il listino con i prezzi in vigore nell’anno in corso, il listino prezzi aggiornato con l’indice ISTAT ed il listino prezzi al pubblico con applicati gli arrotondamenti matematici ai 5 (cinque) centesimi di Euro.
ART. II/2 – VARIAZIONI CONTRATTUALI
Il gestore potrà proporre variazioni in aumento o in diminuzione del servizio indicando, in caso di variazioni in aumento, i lavori necessari per le nuove installazioni. Tali variazioni del servizio potranno essere effettuate solo ed esclusivamente previa autorizzazione dall’Istituto.
ART. II/3 TIPOLOGIA DI CONTROLLI
L’Istituto avrà la facoltà di effettuare, con spese a proprio carico, controlli qualitativi e quantitativi dei prodotti dei distributori, con ricorso anche ad analisi presso laboratori di ASL o dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell’Emilia Romagna, al fine di verificare la rispondenza dei prodotti alle caratteristiche dichiarate nell’offerta o previste per legge, senza che il gestore possa fare opposizione.
In caso di contestazione sulla qualità della merce, varrà il giudizio inappellabile fornito, secondo le competenze merceologiche, igieniche e scientifiche, dal laboratorio o dai suddetti istituti.
I prodotti eventualmente non idonei dovranno essere sostituiti con spese a carico del gestore nel più breve tempo possibile e comunque in modo da non recare alcun intralcio od inconveniente al Liceo “V. Monti”, fatto salvo il rimborso delle spese connesse all’esecuzione delle analisi, il pagamento della penale di cui all’art.V/1 ed il risarcimento di eventuali ulteriori danni.
In ogni caso il gestore è l’unico responsabile in ordine ai vizi apparenti e occulti dei prodotti forniti.
 
3.     Variazioni al programma annuale 2011
IL CONSIGLIO D'ISTITUTO
VISTO    il decreto del Dirigente Scolastico
PRESO ATTO     che il programma annuale è stato approvato dal Consiglio di Istituto;
VISTO                Il regolamento di concernente le "Istruzioni generali sulla gestione amministrativo-contabile delle istituzioni scolastiche" ed in particolare l'art. 6;
ESAMINATI        i modelli I "Rendiconto progetti/attività" aggiornati dal Direttore dei Servizi generali ed amministrativi;
VERIFICATA       la necessità di effettuare degli storni tra sottoconti nell’ambito di uno stesso progetto/attività;
VERIFICATA       la necessità di apportare delle variazioni in aumento al programma annuale E. F. 2011 conseguenti a nuove assegnazioni e/o nuove entrate pari a:
                          € 100,00 – contributo AVIS concorso Carlo Carli;
                          € 447,93 – contributo regione Emilia Romagna progetto Concittadini.
DELIBERA, all’unanimità
Le seguenti modifiche al programma annuale:
A2 – Spese per il funzionamento didattico
Aggr.
Voce
S.voce
Descrizione Aggr.to/voce/S.voce
Variazione in aumento/diminuzione
Aggr.
Voce
S.voce
Descrizione Aggr./Voce/S.voce
Variazione in aumento/diminuzione
5
3
 
 
100,00
2
3
8
 
100,00
447,93
3
4
 
 
447,93
 
 
 
 
 
 
Si allegano i modelli “F” e “G”
4.     Riduzione oraria (da 60 a 50 min.)
Il Dirigente Scolastico riferisce di aver convocato per il 31 maggio p.v. la commissione delegata dal Collegio docenti ad esaminare le possibilità di recupero delle frazioni orarie che lo stesso Collegio eventualmente deciderà di ridurre: la relativa delibera sarà presa nel prossimo Collegio del 18 giugno p.v.
Il Presidente Spinelli riferisce che il Comitato genitori dei Licei Classico e Scientifico ha chiesto di utilizzare un locale della scuola per tenere in data 31 maggio dalle ore 17 alle ore 18.30 una riunione con i rappresentanti dell’ATR e degli enti locali al fine di discutere gli orari degli autobus per il prossimo anno scolastico. Il Consiglio decide di concedere un’aula a condizione che l’incontro preveda la partecipazione di una trentina di persone al massimo.
5.     Risposte dalla provincia sui locali scuola
L’amministrazione provinciale ha comunicato di attendere la situazione degli organici degli istituti scolastici per procedere all’assegnazione dei locali.
Il Presidente Spinelli propone di chiedere un incontro con i rappresentanti della Provincia non appena arriverà l’organico. Il Consiglio approva.
6.     Varie ed eventuali
In occasione della Festa della Repubblica, mercoledì 1 giugno dalle ore 10 alle ore 12 circa il Liceo potrà incontrare nell’Aula magna della Facoltà di Psicologia i membri delle amministrazioni locali. Il Consiglio decide di riservare l’opportunità alle classi del secondo e terzo anno.
L’alunno Castellucci chiede che l’ultimo giorno di scuola gli studenti possano svolgere in palestra partite di pallavolo sotto la supervisione dei docenti.
Il consiglio di istituto approva.
 
Alle ore 17.30 la seduta è sciolta.
Letto approvato e sottoscritto il presente verbale.
 
Il Segretario                                                                                                    Il Presidente
      Fabbri Massimiliano                                                                          _________________________

Categoria: Albo di istitutoData di pubblicazione: 08/06/2011
Sottocategoria: Organi collegialiData ultima modifica: 08/06/2011
Permalink: Consiglio di istituto del 23/04/2011Tag: Consiglio di istituto del 23/04/2011
Inserita da redazione webVisualizzazioni: 1980
Top news: NoPrimo piano: No

 Feed RSSStampa la pagina 
HTML5+CSS3
Copyright © 2007/2021 by www.massimolenzi.com - Credits
Utenti connessi: 2452
N. visitatori: 8243182